logo

FedersolidarietÓ Campania: il sistema mutualistico

/

NAPOLI - Federsolidarietà Campania (4.000 soci, la cui maggioranza, il 52%, sono donne e un fatturato aggregato che supera i 90 milioni di Euro) organizza un incontro il prossimo 10 luglio, alle ore 10.00, presso la sede di Confcooperative Napoli, via Tarsia n 44, per illustrare alle cooperative l’adesione alla mutua nazionale, Cooperazione salute. Tale adesione risponde ad un obbligo contrattuale, oltre a garantire una forma di welfare che valorizza il rapporto con i lavoratori in assenza dei fondi sanitari bilaterali.

Federsolidarietà Campania è convinta della dirompenza del progetto in questo momento di forte crisi dello stato sociale. Da qui l’appuntamento del 10 luglio con i referenti nazionali della mutua, alla presenza delle imprese e dei dirigenti dell’Associazione regionale.

“Crediamo sia un progetto vantaggioso. Le imprese massimizzano il valore delle risorse versate per i propri lavoratori, anche a fronte d’impegni presi nell’ambito di sistemi bilaterali negoziali. Le ultime stagioni dei rinnovi contrattuali hanno visto concettizzarsi le richieste per istituire forme di assistenza sanitaria con oneri a carico esclusivo del datore di lavoro. È arrivato il momento per le cooperative di conoscere questo strumento, che è a completo servizi dei cooperatori” spiega Giovanpaolo Gaudino, presidente di Federsolidarietà Campania.

COOPERAZIONE SALUTE

È la mutua nazionale concretizzatasi nell’ambito del progetto mutualistico su cui punta Confcooperative per offrire ai soci delle cooperative - conferitori e lavoratori - e le loro famiglie, servizi di sanità complementare, oltre a servizi assistenziali, previdenziali e finanziari. Il tutto attraverso la rete territoriale delle mutue e delle cooperative aderenti che già erogano servizi di tutela alla persona.

 
Dottoressa Marina Bisogno

Comunicazione Confcooperative Campania 

Torna in alto