logo

Regeni, Alfano: impossibile non avere rapporti con l'Egitto

Regeni,

Il ministro degli Esteri: "Omicidio grave ferita, cercheremo verità"

ROMA - L'omicidio di Giulio Regeni è "una grave ferita" per l'Italia e per "le nostre coscienze". Il governo si impegna a cercare la verità ovunque e "anche a Cambridge", l'università che ha commissionato il lavoro del ricercatore italiano trovato morto al Cairo nove mesi fa. Ma 'è impossibile' per l'Italia non avere rapporti diplomatici con l'Egitto, che è per noi "partner ineludibile". Così il ministro degli Esteri Alfano ha confermato in Parlamento la decisione di ripristinare le relazioni diplomatiche. L'ambasciatore Cantini assumerà l'incarico al Cairo il 14 settembre, giorno in cui anche il nuovo ambasciatore
egiziano si insedierà a Roma.







@ Riproduzione Riservata



Articoli correlati

Torna in alto