logo

CLIMATHON NAPOLI, “Vesuvio Rangers”

CLIMATHON

grande la partecipazione alla maratona sul clima

Si è Climathon Napoli, la maratona di ricerca e studio sull’ambiente promossa da Climathon-kic e patrocinata da Regione Campania e Giovani Imprenditori di Confindustria Napoli.

50 partecipanti, appartenenti al mondo della scuola, dell’università e dell’impresa, si sono cimentati nell’hackaton delle idee per l’ambiente. A vincere gli studenti del Scientifico, Classico, Linguistico A. M. De Liguori di Acerra. “Mi ha stupito la loro sensibilità! – ha dichiarato Ida Di Martino direttrice di Radio Kiss Kiss Italia – Queste iniziative hanno il merito di sensibilizzare e formare le coscienze; i ragazzi per me hanno vinto perché hanno fatto completamente affidamento alla natura che è capace di autorigenerarsi, come loro hanno dimostrato. Sono giovani che vengono da un territorio maltrattato, nel centro della Terra dei Fuochi, ma hanno saputo tirare fuori la speranza attraverso il rispetto e l’amore per l’ambiente!”

La gara è stata molto interessante, le squadre si sono equivalse perché ognuna ha colto un particolare fattore della sfida che consisteva nel trovare soluzioni tecnologiche che potessero proteggere il Vesuvio dai pericoli ambientali. “Alla fine ha vinto un progetto nature-friendly! Una giornata positiva che ha coniugato innovazione e tutela dell’ambiente. Il Vesuvio rappresenta il simbolo di ciò che vogliamo proteggere”, afferma Vittorio Ciotola presidente dei Giovani Imprenditori di Napoli. “Quando vedo questi giovani lavorare aumenta la mia fiducia sul futuro delle nuove generazioni: il liceo di Acerra è un’eccellenza non solo in Campania” afferma Stefania Brancaccio della Coelmo.

Presente alla maratona anche la responsabile comunicazione di Climathon Italia, che ha valutato molto positivamente l’impatto culturale del progetto a Salerno e a Napoli “il Sud ha un potenziale enorme che non sempre gli viene riconosciuto” ha affermato la dott.ssa Marina Kovari.

Il prossimo appuntamento con Climathon è ad Economondo a Rimini, la fiera leader della green e circular economy nell'area euro-mediterranea. Un evento internazionale con un format innovativo che unisce in un'unica piattaforma tutti i settori dell'economia circolare: dal recupero di materia ed energia allo sviluppo sostenibile. Le squadre vincitrici di Salerno e Napoli saranno ospitate ad Ecomondo per parlare dei propri progetti, anche con l’obiettivo di individuare possibili finanziatori; esse inoltre entrano di diritto tra le finaliste del premio nazionale Best Practice organizzato da Confindutria che si terrà a dicembre a Salerno.

 “L’economia sostenibile è il frutto dell’intersezione di tre aspetti: sociale, ambientale ed economico. Spesso quando si parla di Green economy si pensa solo al fattore ambientale. Ma è inutile creare un’impresa ad impatto zero se poi non si mantiene sul mercato. Climathon ha il merito anche di diffondere la cultura aziendale della sostenibilità” ha dichiarato il Prof. Massimo Marrelli, direttore del corso di Green Economy dell’Università Suor Orsola Benincasa che ha ospitato l’evento. Sulla stessa lunghezza d’onda Luca Iovine della società di consulenza Gruppo Iovine che ha coordinato i lavori “Climathon rappresenta una grande opportunità di sviluppo culturale e socio-economico perché l’ambiente è una priorità ma è anche un’opportunità per la crescita e l’occupazione dei giovani!”.

In giuria in rappresentanza delle professioni Vittorio Piccolo consigliere dell’Ordine degli Ingegneri di Napoli e Alberto Celentano della Seedup, acceleratore d’impresa “davvero progetti e giovani interessanti tra i partecipanti alla maratona!” ha commentato.

Si sta già lavorando all’edizione 2018!







@ Riproduzione Riservata



Articoli correlati

Torna in alto