logo

America sotto attacco, bombe sulla maratona di Boston

America

Almeno tre morti e 140 feriti. Tra le vittime una bambina di otto anni

BOSTON – «Da quello che sappiamo è stato un atto di terrorismo». È quanto dichiarato dal presidente Usa Barack Obama sull'attentato di Boston in cui sono morte tre persone, fra i quali un bimbo di otto anni, e 170 sono state ferite alcuni in modo grave. 

Due bombe sono esplose alle 14.50 (le 20,50 di ieri in Italia) a distanza di pochi secondi l'una dall'altra, vicino al traguardo della corsa amatoriale americana, a pochi passi dal Fairmount Copley Plaza Hotel, mentre una terza esplosione è avvenuta alla Kennedy Library, senza provocare vittime.

Secondo l'unità di crisi della Farnesina, nessun italiano è stato colpito. Mentre le indagini non hanno ancora escluso l'ipotesi del terrorismo internazionale né quella del terrorismo interno. L'attacco «è un potente monito anche per l'Italia che vive una complessa transizione istituzionale», ha detto il presidente Napolitano in un messaggio ad Obama assicurando che «manterremo'l'impegno contro il terrorismo». Anche Papa Francesco è intervenuto esprimendo dolore per «una tragedia senza senso».

 

(Fonte foto: web) 







@ Riproduzione Riservata



Articoli correlati

Torna in alto