logo

Mondiali, due giorni di pausa poi le semifinali

Mondiali,

In campo Brasile-Germania e Argentina Olanda

RIO DE JANEIRO - Sono Brasile-Germania e Argentina-Olanda le semifinali dei Mondiali di calcio 2014. La prima sfida si disputerà martedì 8 luglio alle 22 nello stadio Mineirao, mentre l'altra andrà in scena mercoledì 9 luglio alle 22 nell'Arena de Sao Paulo.

L'Olanda ha guadagnato la semifinale dei Mondiali contro l'Argentina, grazie a un incredibile colpo di teatro del suo allenatore. È la fine dei tempi supplementari, per più di 120 minuti gli arancioni sono andati a cozzare sul muro del Costarica: 15 tiri nello specchio della porta, con 3 fra pali e traverse (due con Sneijder, uno con Van Persie) e alcune parate miracolose di Navas, non sono bastati per vincere. E allora il 'santone' seduto sulla panchina olandese ne inventa una delle sue: fa entrare il secondo portiere Tim Krul, che in precedenza si era scaldato, all'ultimo minuto dei tempi supplementari per sfruttarne l'abilità nel parare i rigori. Cillessen esce ma con evidenza non gradisce la sostituzione, e la mancata fiducia del tecnico nei suoi confronti, ma anche il gigante di 1,94 che in Inghilterra difende la porta del Newcastle deve recitare la sua parte, perchè al Mondiale si va avanti anche usando le armi segrete.

Soffrendo fino alla fine, ma col cinismo tipico delle grandi squadre, l'Argentina rispedisce all'inferno i 'diavoli rossi' del Belgio e taglia il traguardo delle semifinali mondiali dove aspetta la vincente di Olanda-Costarica. Lo fa nel giorno in cui il suo solista piu' atteso, Leo Messi, resta a secco: con la 'Pulce' per una volta a digiuno, ci pensa il Pipita Higuain a togliere le castagne dal fuoco ai sudamericani con una giocata che e' un mix di abilita' e opportunismo. La migliore risposta a chi negli ultimi giorni ha montato il caso di una squadra Messi-dipendente. Il Belgio delle giovani promesse, al dunque, si mostra immaturo non demeritando ma confermandosi poco concreto in fase realizzativa.

«La Germania è per la quarta volta consecutiva nelle semifinali del Mondiale: se ci pensate, è una cosa incredibile». Joachim Loew, ct del 'Mannshcaft', è il primo a essere felice della qualificazione dei suoi, ancora una volta fra i primi quattro, e sempre da quando c'è lui, ovvero mettendo nel conto anche due campionati europei. In pratica, con Voeller prima, Klinsmann poi e adesso Loew, la Germania ha fallito solo l'Europeo del 2004 in Portogallo. È anche la 13/a volta in assoluto che i tedeschi, tra Germania Ovest e squadra unita, finiscono tra le prime 4, e anche in questo caso si tratta di un ruolino di marcia che non ha nessun altra nazionale.

«In un torneo come i Mondiali - dice Loew - le semifinaliste sono sempre le squadre con maggiore qualità, e noi ci siamo da quattro edizioni consecutive: sono felice, per noi e per la nostra gente. Come è stato ricordato nei giorni scorsi, prima di quella di oggi avevamo vinto 28 delle nostre ultime 31 partite ufficiali, e anche questo è qualcosa di incredibile per una nazionale. La nostra attuale squadra ha molta qualità, e oggi ce l'abbiamo fatta nonostante la partita con l'Algeria ci avesse richiesto un notevole dispendio di energie. E ora siamo di nuovo fra le prime 4 del mondo». 

Brasile-Colombia, invece, è finita 2-1 e la Selecao approda in semifinale contro la Germania. Ma è una vittoria pagata a caro prezzo, 'di Pirro' è stata già definita. Perché l'impatto tra il ginocchio di Zuniga e la schiena di Neymar, a pochi secondi dal termine, ha causato la frattura della terza vertebra lombare e chiuso in anticipo il mondiale dell'attaccante. Ora il Brasile dovrà dimostrare di non essere Neymar-dipendente. Niente tedeschi per la stella verdeoro e del Barcellona, che per un mese dovrà indossare un busto protettivo. Al giocatore sono arrivati gli auguri di diversi protagonisti del torneo, oltre che del presidente del Brasile Dilma Rousseff e di vari sportivi. Il più amareggiato è però Felipe Scolari.







@ Riproduzione Riservata



Articoli correlati

Torna in alto