logo

Teatro San Carlo, Napoli e San Francisco unite dalla musica

Teatro

"Unite the Two Boys" è il progetto che sviluppa nuove opportunità in campo artistico, imprenditoriale e turistico

NAPOLI - La città partenopea e San Francisco unite dalla musica per collegare il grande mercato californiano con le eccellenze napoletane: è "Unite the Two Bays", il progetto promosso dal Teatro di San Carlo di Napoli che sviluppa nuove opportunità in campo artistico, imprenditoriale, turistico e nella ricerca scientifica.

L'iniziativa è stata lanciata in videoconferenza con l'Istituto di cultura italiana della città americana. L'Orchestra e il Coro del Teatro di San Carlo insieme all'Opera House di San Francisco saranno protagonisti il 25 ottobre alla War Memorial Opera House del "Concert of the Two Bays" per Giuseppe Verdi, con la "Messa da Requiem", nell'anno del bicentenario e della Cultura Italiana negli Usa. Sul podio Nicola Luisotti, direttore musicale di entrambi i lirici.  

«Si tratta di una missione internazionale - ha detto nel video-saluto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris, presidente della Fondazione - che vede coinvolte istituzioni e imprese». Il presidente della camera di commercio di Napoli e vicepresidente della Fondazione Maurizio Maddaloni ha ricordato che «gli Usa sono al secondo posto fra i paesi preferiti dalle aziende napoletane che puntano sull' export mentre è in crescita anche l'import».

Le imprese italiane e statunitensi potranno infatti diventare partner dell'iniziativa». La sovrintendente Rosanna Purchia ha ringraziato i primi sostenitori, Stefania Brancaccio, Annamaria Colao, Maria Pia Incutti, Marco Vecchione e Arnaldo Sciarelli. Il 15 giugno al Fairmont Hotel di San Francisco, con il sindaco de Magistris, saranno battuti all'asta oggetti, costumi di scena e litografie di Mimmo Paladino per il Fidelio. Raccolta fondi anche il 4 giugno al circolo dell'Unione di Napoli.







@ Riproduzione Riservata



Articoli correlati

Torna in alto